Marsupio per neonati: una passeggiata con nostro figlio

marsupio per bambini

Una bella giornata di sole, una piccola stella dal sorriso smagliante e tutto l’amore del mondo: cosa c’è di meglio che godersi una bella passeggiata per la nostra città con nostro figlio?

Un modo per sgranchirsi un po’ le gambe, anchilosate dalla settimana appena passata di stress, lavoro e fatica, un modo per dare un’occhiata alle vetrine in compagnia di tutta la famiglia. Passando davanti al negozio per neonati, mi sono rivista in quelle mamme intente a parlare con le commesse, pronte a mostrare i migliori passeggini in commercio per le esigenze quotidiane: mi sono ricordata di quando per la prima volta, io e mio marito abbiamo sentito parlare del marsupio per neonati. Una scoperta indimenticabile!

Facendo qualche ricerca in internet siamo venuti a conoscenza della grande diffusione che questo prezioso strumento ha in tutta Europa e oltre Oceano, rispetto all’Italia: abbiamo scoperto che il suo nome è “Snugil”, da “to snuggle”, in inglese, che significa coccolare.

Ci siamo incuriositi e abbiamo deciso di acquistarlo, specialmente considerando la praticità che garantisce anche in treno o in autobus, e per il fatto che riesca a garantire un contatto diretto con mamma e papà.

Passeggiare con il marsupio è un’esperienza magnifica: il nostro piccolo, tranquillo e beato, risulta sempre nella posizione più corretta e soprattutto può fare tutto ciò che vuole.
Ha sonno? Un sonnellino tranquillo e rilassato sotto i delicati raggi del sole di questa stagione, a contatto col cuore della sua mamma o del suo papà. È vivace e arzillo? Uno sguardo al mondo interessato ed entusiasmante, con tutta la sicurezza che ogni genitore necessita e pretende di avere: il bambino, infatti, non solo non rischia di compromettere la saluta della schiena del genitore che lo porta, ma può essere sorretto e tenuto in qualsiasi circostanza, e controllato costantemente.

marsupio per bambini passeggiateProbabilmente la parte più interessante che io e mio marito abbiamo potuto piacevolmente sperimentare, è l’assenza di problemi durante i viaggi in automobile o, in generale, con i mezzi pubblici: niente più passeggini difficili da chiudere, magari con la fretta di un appuntamento dal pediatra e la terribile sensazione di essere in ritardo, o che si incastrano sui sanpietrini mal messi della città.
Certo, il passeggino rimane un prodotto che in casa, volenti o nolenti, è necessario avere, perché in alcune circostanze diventa davvero indispensabile.
Ma per una bella passeggiata con nostro figlio, abbiamo scelto di adottare come soluzione definitiva il marsupio: il nostro modello è delizioso, decorato con i personaggi sorridenti della Disney e rivestito in un materiale davvero molto caldo e morbido. Avere le mani libere per poterlo carezzare o per indicare le scoperte più interessanti che si annidano per la città, come un aereo in volo o uno scoiattolo su un albero, è un aspetto da non sottovalutare. Guardando in quella vetrina ho pensato di entrare e consigliarlo a tutti i clienti presenti, ma poi ho guardato mio figlio: dormiva, beato, l’ora della pappa si avvicinava e, così, abbiamo deciso di tornare a casetta. Di giornate così ne servirebbero un’infinità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *